[Top] 10 Avventure Punta e clicca Indie Freeware che dovete assolutamente giocare

[Top] 10 Avventure Punta e clicca Indie Freeware che dovete assolutamente giocare

28 Novembre, 2019 0 Di LadyBug

Le Avventure Grafiche erano una categoria di Giochi molto in voga a cavallo tra gli anni 80 e 90. Giochi carichi di atmosfera ed enigmi, da giocare soli o in compagnia, le avventure grafiche avevano spesso delle storie coinvolgenti e ricche di colpi di scena, accompagnate da una grafica e da un sonoro che avevano il compito di farvi immergere ulteriormente all’interno dei loro intrecci narrativi. Con il passare del tempo e delle generazioni di videogiocatori, le Avventure sono passate un po’ in secondo piano, fino a scomparire quasi del tutto dal mercato mainstream. Fortunatamente nell’ambiente Indie hanno continuato a proliferare e col passare degli anni,  siamo stati testimoni di piccoli capolavori di programmazione  e di veri e propri gioielli, da scoprire o riscoprire. Ecco a voi…

10 Avventure punta e clicca Indie Freeware che dovete assolutamente giocare

 

5 Days A Stranger (2003 – Fullyramblomatic)
Bellissima Avventura horror realizzata da fullyramblomatic con l’Adventure Game Studio. Il ladro gentiluomo Trilby decide di fare un colpo nel maniero DeFoe, ma dopo essere entrato da una finestra si ritroverà intrappolato da una forza oscura e misteriosa. Durante l’esplorazione scoprirà di non essere solo e insieme agli altri dovrà cercare un modo per andarsene. Nel 2003 5 Days A Stranger ha vinto l’AGS Award come “Miglior gioco creato con AGS”. Se amate le avventure dovete assolutamente scaricarla. 5 Days A Stranger gira su Windows ed completamente localizzato in Italiano.


A Second Face (2008 – Spectral Adventures)
A Second Face è un adventure game sci-fi creato da Jospin Le Woltaire con il tool di sviluppo Adventure Game Studio nel 2008. La storia è ambientata in un pianeta bloccato dalla marea in cui una parte è sempre in ombra e l’altra sempre illuminata. La vita si è sviluppata in maniera diversa da entrambe le facce. Gli Strefis abitano il lato illuminato mentre gli Iugeltz quello in ombra. I due popoli non si conoscono e non si sono mai visti, ma in ciascuna delle due culture ci sono leggende che narrano dell’esistenza di un’altra faccia del pianeta. Il gioco prende il via nel lato in ombra. Il re degli Iugeltz affida ai suoi due figli la missione di cercare informazioni riguardo l’esistenza del regno della luce, unica speranza rimasta per riportare agli antichi fasti un regno ormai senza più energia, e per questo in declino. A Second Face guadagnò 15 nomination agli Adventure Games Studio Awards del 2008, vincendone 3 per “Miglior Gioco”, “Miglior Grafica”, “Miglior Storia”. Quella che vi presentiamo è la versione interamente localizzata in italiano. Il gioco gira su Windows.


Broken Sword 2.5  (2008 – MindFactory)
Broken Sword 2.5: The Return of the Templars, è un’avventura punta e clicca amatoriale, ma fatta davvero molto bene, ispirata alla saga ufficiale di Broken Sword. Un seguito non ufficiale del secondo capitolo. Un’avventura completamente inedita che ogni fan della serie non dovrebbe lasciarsi sfuggire. Il gioco è parlato in tedesco, ma abbiamo inserito anche la patch per i sottotitoli in italiano. Nel sito ufficiale trovate anche una patch che aggiunge le voci in lingua inglese.


Emily Enough: Imprisoned  (2005 – Logan Worsley)
Emily è una bambina ricca e viziata che in un momento di noia ammazza genitori e servitù. Accusata di “genitoricidio” e “maggiordomicidio”, viene ritenuta malata di mente e rinchiusa in un manicomio. A voi spetta l’arduo compito di aiutarla a scappare. Emily Enough è una classica (si fa per dire) avventura punta e clicca, piena di personaggi strampalati e situazioni al limite del grottesco. Il gioco gira su Windows ed è completamente in Italiano. Amatelo.


Heroine’s Quest: The Herald of Ragnarok  (2013 – Crystal Shard)
Heroine’s Quest è un Adventure/Rpg Fantasy creato da Crystal Shard con il tool di sviluppo AGS e pubblicato su sistemi Windows. Il gioco narra le vicende di una giovane eroina che secondo la profezia dovrà combattere e uccidere Eghter, l’ultimo dei Frost Giant che vuole trasformare l’intero Pianeta in una lastra di ghiaccio. Incentrato sulla mitologia nordica, e ispirato alla serie “Quest for Glory” di Sierra, Heroine’s Quest è stato il gioco più premiato degli AGS Awards 2013 vincendo ben 9 categorie, tra cui Miglior Gioco AGS, Miglior Gameplay, Miglior Animazione, Miglior Colonna Sonora e Miglior Dialoghi. Heroine’s Quest può vantare una grafica in pixel art deliziosa, animata egregiamente, con ben 125 fondali realizzati a mano, ricchi di dettagli e colori. Un comparto audio che comprende bellissime musiche, ottimi effetti sonori e dialoghi recitati da ben 32 diverse voci. Una sceneggiatura ricca di situazioni e mai scontata, con dei dialoghi infarciti da quell’irresistibile humor tipico delle avventure anni 90 (e se avete giocate alla serie Monkey Island, capirete cosa intendo). Insomma Heroine’s Quest è un piccolo e raro gioiello nell’immenso pianeta dei giochi indie. Se a tutto questo aggiungiamo la localizzazione multilingua, tra cui l’italiano, e il fatto che sia un gioco completamente gratuito, giocarlo diventa quasi un obbligo.


Maniac Mansion DeluXe  (2004 – LucasFan Games)
Maniac Mansion Deluxe è uno Stupendo remake della storica avventura firmata LucasFilm. Maniac Mansion (uscito nel 1987), grazie alla sua innovativa interfaccia chiamata SCUMM, diede il via ad una nuova generazione di avventure grafiche. Questo remake è una perfetta trasposizione dell’originale con una grafica più dettagliata e colorata. Il gioco gira su Windows ed è multilingua, italiano compreso. 


Return of The Tentacle – Prologue (2018 – CatMic Games)
Return of The Tentacle – Prologue, è un’Avventura grafica realizzata con il motore Unity da CatMic Games nel 2018. Il gioco è un seguito non ufficiale del grandioso “Day of The Tentacle” di LucasArts. Tentacolo Viola è tornato e anche questa volta vuole conquistare il mondo e schiavizzare l’umanità. Bernard, Laverne e Hoagie tornano nella villa dello scienziato pazzo Dr.Fred per cercare una soluzione e salvare il pianeta. Return of The Tentacle ha tutto quello che un fangame fatto con passione e amore dovrebbe avere. La grafica ricalca lo stile dell’originale e aggiunge l’alta definizione, le musiche sono ottime e i dialoghi surreali e demenziali al punto giusto. La storia è narrata in maniera egregia, piena di situazioni comiche, enigmi e citazioni continue ai giochi Lucas. Il gioco è multilingua, italiano compreso ed è completamente gratuito. Nel nostro database trovate la versione Windows (sia 32 che 64bit), ma nel sito ufficiale potrete scaricare anche la versione MacOs e Linux. Se vi piacciono le avventure Lucas, se avete amato la serie Maniac Mansion, ma pure se non sapete nemmeno di cosa stia parlando, scaricatevi questo capolavoro indie e amatelo.


The Marionette (2009 – Team Effigy)

“Martin è uno scultore single alla ricerca dell’occasione che possa cambiare per sempre la sua carriera di artista. È specializzato nella realizzazione di opere antropomorfe e proprio per questo motivo il suo studio è spesso un via vai di modelli. Tuttavia, questi ultimi per Martin sono soltanto dei manichini, dei semplici mezzi con cui soddisfare il fine della sua arte. Un pomeriggio, Martin trova tra la posta una busta bianca con i soli numeri 1011 scarabocchiati in un angolo ed una misteriosa foto al suo interno. Nell’istante successivo, si ritrova catapultato in un mondo inquietante dove le regole del tempo e dello spazio non valgono più e dove i fantasmi del passato riemergeranno col solo scopo di tormentarlo.” The Marionette è una classica avventura punta e clicca, realizzata con Adventure Game Studio (AGS) nel 2009 dal Team Effigy. Il gioco ha partecipato al contest AGS Awards del 2009 vincendo svariati premio tra i quali “miglior trama”, “miglior fondali” e “miglior musica”. Il gioco gira su Windows ed è completamente localizzato in italiano.


The New Adventures of Zak McKrakene (2002 – LucasFan Games)

The New Adventures of Zak McKracken è un seguito amatoriale del famoso titolo Lucasfilm che nei primi anni 90 fece impazzire un’intera generazione di giocatori. Il gioco è stato realizzato con l’Adventure Games Studio da LucasFan Games, un gruppo di programmatori indie tedeschi. L’avventura si ricollega a quella precedente, sia dal punto di vista grafico che del gameplay e vi vedrà alle prese con il rapimento di Annie, l’ufologa del primo capitolo. Se avete amato lo strambo giornalista creato da Ron Gilbert, non perdete tempo e scaricatevi anche questo. Il gioco gira su windows ed è multilingue, italiano compreso.


The Vacuum (2008 – David Proctor)

In “The Vacuum”, controllerete Leo Wallace, uno studente universitario che se ne ritorna a casa per le vacanze estive con la sua ragazza. Come ogni buon studente squattrinato decide di prenotare una camera economica in un cargo ship, che ha alcuni posti extra per i passeggeri. Il viaggio della breve durata di un giorno e mezzo dovrebbe essere la cosa più semplice di questo mondo. Ma dopo che un paio di esplosioni strappano il vano passeggeri dalla nave mentre sta ancora solcando lo spazio profondo, le cose si complicano leggermente. The Vacuum, è un’avventura punta e clicca, in cui ogni azione avrà una conseguenza, sulle relazioni tra personaggi, su chi vive e chi muore. La grafica non è eccezionale, ma quel che conta veramente in un’avventura, è la trama. E qui possiamo stare tranquilli. Il gioco è multilingua, italiano compreso.