Apidya (amiga/win)

Version/
Categories, , , ,
Download20
Size4.83 MB
Create DateGennaio 31, 2017
Last UpdatedMarzo 9, 2018
File
Apidya.(v2.6)(1992)(Kaiko)(+t) TheCompany

ATTENZIONE

Questo è un file PREMIUM, per poterlo scaricare ti devi registrare al sito. La registrazione è veloce e completamente gratuita. Trovi l’apposito form nella colonna qui a destra.

DETTAGLI:

Apidya è uno shooter orizzontale sviluppato da Kaiko e pubblicato nel 1992 da PlayByte sui sistemi Amiga della Commodore. Nel gioco vestirete i panni di Yuri, un ragazzo che a causa della morte della sua fidanzata per mano del malvagio Hexaae, si trasforma in un Ape e parte in cerca di vendetta. Apidya rende chiaramente omaggio agli shooter di stampo nipponico dell’epoca, con un sistema di armamento che richiama la saga di Gradius. Il gioco venne premiato da diverse riviste del settore grazie all’ottimo gameplay, alla bellezza della grafica e all’eccezionale colonna sonora, realizzata dal geniale Chris Hülsbeck (il compositore della trilogia di Turrican). The Games Machine premiò il titolo Kaiko con un bollino “StarPlayer” e un voto globale di 92%. Grazie all’adattamento fatto dai ragazzi di TheCompany, potete giocare Apidya direttamente da Windows cliccando sull’eseguibile.

  • TITOLO: Apidya
  • GENERE: Shooter Orizzontale
  • PUBBLICATO DA: Play Byte
  • ANNO:1992


Readers Comments (1)

  1. ricordo che fu etichettato come il “minore” dei tre “grandi shoot’em up” recensito in quel numero, mentre in realtà Agony aveva un nome che era tutto un programma, e Project X non riesco a capire come potesse essere persino etichettato come videogioco degno di questo nome. Agony aveva fondali bellissimi e una colonna sonora impressionante, ma animazioni quasi inesistenti, sprite ridicoli ad eccezione del gufo, ondate di nemici sempre uguali e un livello di difficoltà che passava dall’inesistente dei primi 5 livelli all’incubo dell’ultimo così, di punto in bianco. Project X era di una noia mortale, belli i disegni ma fondali quasi statici e senza alcuna profondità, tranne quelli dei bonus game, ondate di nemici di cui cambiava solo il disegno, nessuna colonna sonora durante i livelli, boss patetici e, in generale, un livello di rottura di coglioni spropositato. Apidya, invece, era perfetto: frenetico, divertente, livelli bellissimi e vari, boss eccezionali, difficoltà alta ma perfettamente calibrato e crescente di stage in stage e, come già detto, una colonna sonora da URLO. Quale fosse l’entità delle mazzette che il Team 17 elargiva alle riviste, ai tempi, per far avere votoni spropositati a qualunque loro VACCATA non lo so, ma so che Apidya era anni luce avanti rispetto non solo a qualunque concorrente per amiga, ma anche a diversi shoot’em up per console. Per me, ai tempi era almeno da 95/96

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.