Alone in the Dark (dos/win)

Version
Categories, , ,
Download65
Size0.00 KB
Create Datefebbraio 20, 2017
Last Updatedfebbraio 16, 2018
FileAction

DETTAGLI:

Alone in the Dark è un videogioco ideato da Frédérick Raynal e distribuito da Infogrames nel 1992, primo capitolo della serie omonima. Si tratta di uno dei primi esempi di survival horror, genere reso in seguito celebre da Resident Evil. La trama e le atmosfere del gioco sono ispirate alle opere di H. P. Lovecraft, che viene tra l’altro citato nei ringraziamenti. In particolare, nella fornita biblioteca di Jeremy Hartwood si possono trovare il Necronomicon e il De Vermis Mysteriis, celeberrimi pseudobiblia dell’autore di Providence, e diverse creature sono modellate sulle descrizioni dei Grandi Antichi.

Louisiana, 1925. Jeremy Hartwood, noto artista, viene trovato impiccato nella soffitta della sua villa Derceto, secondo voci popolari popolata da spiriti maligni. La polizia chiude rapidamente il caso che viene archiviato come suicidio, e dopo poco tempo il fatto viene dimenticato da tutti. Il giocatore può scegliere di interpretare due personaggi, differentemente collegati alla storia: Edward Carnby, investigatore privato ingaggiato da una proprietaria di un negozio d’antiquariato per recuperare un antico e prezioso pianoforte, e Emily Hartwood, nipote di Jeremy che non crede al suo suicidio. Attraverso documenti, libri e pergamene sparsi in giro, si scoprirà che la villa è stata costruita da un occultista di nome Ezechiel Pregzt, e sotto di essa ci sono caverne dove venivano eseguiti rituali di ogni tipo di magia nera. Durante la guerra civile, Pregzt venne ucciso da soldati dell’unione, ma il suo spirito fu raccolto dai suoi seguaci e trasfuso in un vecchio albero dentro una delle caverne più remote, in attesa di un essere umano da possedere per rigenerare il suo corpo. Jeremy Hartwood si è suicidato per evitare di essere usato come un corpo ospitante e ora l’obiettivo primario di Pregzt sono i due sfortunati visitatori. L’unico modo per porre fine all’orrore e scappare da Derceto, è quello di bruciare l’albero che ospita Pregtz eliminando così le malevoli creature che infestano il luogo.

Scopo del gioco è quello di trovare una via di uscita dalla villa di Derceto, scoprendo il mistero che essa nasconde. Il personaggio è mosso attraverso le frecce cursore della tastiera; attraverso un menu è possibile selezionare, di volta in volta e a seconda delle necessità, quattro diverse modalità, attivabili premendo la barra spaziatrice: aprire/cercare, chiudere, spingere e combattere. Le prime tre permettono di interagire con le stanze della villa, mentre la quarta per attaccare i vari nemici. Durante il gioco si verrà in possesso di parecchi oggetti muovendo il personaggio vicino ad essi o utilizzando la funzione “cercare”. Alcuni serviranno per la risoluzione degli enigmi, che se risolti sbloccheranno nuove aree della villa; altri per aiutarci a combattere le varie creature che popolano Derceto. È infatti possibile trovare delle armi da fuoco (un revolver e un fucile) e relative munizioni, oltre che diverse armi bianche. Alcune creature non possono essere sconfitte attraverso l’uso di armi convenzionali, ma solo attraverso particolari stratagemmi, spesso intuibili leggendo i molteplici libri presenti nella casa. Molti nemici possono essere evitati eseguendo determinate azioni: ad esempio, nei primi minuti di gioco uno zombie farà capolino da una botola; se, mentre cerca di aprirla, si sposta velocemente un baule sopra di essa, il mostro non riuscirà nel suo intento. (fonte: wikipedia)

  • TITOLO: Alone in the Dark
  • GENERE: Avventura Dinamica
  • PUBBLICATO DA: Infogrames
  • ANNO:1992


ATTENZIONE

Al momento questo gioco NON è abandonware.